Cosa è Rete Italia

Rete Italia

Rete Italia è un “circuito” di amici che, impegnati a vario titolo in politica, guardano con simpatia e desiderio di coinvolgersi nell’azione di Roberto Formigoni.
Rete Italia è quindi un circuito di amici che desiderano aiutarsi nella responsabilità politica che hanno, comunicandosi vicendevolmente notizie, giudizi ed esperienze che emergono dal quotidiano affronto della propria realtà.Si definisce “rete” proprio perché non si tratta di un centro che comunica e di una periferia che ascolta, ma, attraverso i suoi “snodi”, ognuno diviene il “centro” di Rete Italia proprio nel momento in cui “porta con sè” comunica e offre - nella propria realtà – l’ esperienza e l’amicizia che lo accomuna agli altri.Desideriamo aiutarci nel giudizio e nell’azione non in maniera “accademica” o “ideologica”, ma partendo dalla vivida esperienza del lavoro politico di ognuno, a qualsiasi livello! Oltre a questo, Rete Italia si propone come luogo nel quale chiedere un sostegno nella risoluzione di problemi pratici che, per i criteri con cui vengono affrontati, possono assumere un valore emblematico e comune per tutti: anche in questo caso solo l’aiuto, la capacità e la disponibilità di tutti collaboreranno a una “formazione” vicendevole.Rete Italia non è allora un’associazione, né quantomeno un partito o una corrente interna e per questo ritiene di rispettare come metodo di accesso quello dell’invito personale. Per questo motivo i “canali” di Rete Italia saranno accessibili solo tramite un codice identificativo. Per qualsiasi altra informazione lasciamo a disposizione un indirizzo di posta elettronica attraverso il quale è possibile contattare la Rete Italia.  Per il coordinamento di Rete Italia

Rete Italia è nata come coordinamento spontaneo fra politici provenienti da ogni regione che – a partire dall’anno 2000 e di “passaggio” al meeting di Rimini - si ritrovavano con Roberto Formigoni. Questo incontro ha via via preso sempre più consistenza fino alla necessità di utilizzare un teatro (il Teatro Novelli a Rimini) per poter contenere chi desiderasse parteciparvi.

Così, da un anno all’altro, Rete Italia è diventata la possibilità per molti di aiutarsi nella responsabilità politica e amministrativa che hanno, comunicandosi vicendevolmente notizie, giudizi ed esperienze che emergono dal quotidiano lavoro nella propria realtà.

Infatti è proprio da questo desiderio di comunicazione che nascerà il nome di “rete”, appunto, come “rete di comunicazione”.

Una newsletter periodica, gli approfondimenti del sito di Rete Italia, sono gli strumenti di comunicazione più utilizzati e che permettono a centinaia di gruppi e associazioni politiche distribuite su tutto il territorio di collegarsi tra loro.

Fin da subito il fronte di lavoro centrale di Rete Italia è stato l’impegno verso il principio di sussidiarietà, guardandone con interesse e spirito di emulazione molte originali ed efficaci applicazioni concrete in svariati campi, in Regione Lombardia e non solo: dal lavoro alla scuola, dalla sanità all’assistenza, dalla politica a favore della famiglia a quella per la competitività delle imprese

Anche i lavori dell’Intergruppo Parlamentare per la Sussidiarietà (al quale, ad esempio, si deve la legge delega dell’impresa sociale e l’introduzione del 5 per mille nella Finanziaria 2006) è seguito e divulgato dai politici di ogni livello che comunicano attraverso Rete Italia.

Rete Italia si è anche coinvolta, nel 2007, con la Scuola di Formazione Politica realizzata dal Presidente Formigoni e da alcuni suoi amici, alla quale han partecipato oltre trecento studenti e che ha visto la partecipazione di prestigiosi docenti fra i quali Josè Maria Aznar, Simon Parker e Catherine Fieschi del “think thank” di Tony Blair.